Sabato e domenica di intenso lavoro per la struttura di protezione civile di Sesto San Giovanni. Le abbondanti precipitazioni, che così tanti danni hanno provocato in Lombardia, non potevano certo evitare la nostra città lambita dal fiume Lambro. 

Il Comitato Locale CRI di Sesto San Giovanni, in stretto contatto con la sala Operativa del Comitato Provinciale di Milano, è stato attivato una prima volta nella serata di Mercoledì 12 ottobre; l'allerta è poi proseguita anche nei giorni successivi fino all'emergenza di Sabato 15 ottobre. Alle ore 15 è stato convocato il COC ( Centro Operativo Comunale )a seguito del quale il Comitato Locale ha attivato la Sala Operativa Locale e il piano di Emergenza. In 48 ore di emergenza si sono susseguiti a turni circa 40 volontari che hanno svolto funzioni di assistenza alla popolazione di Cascina Colombo e di Via Cadore, monitoraggio del territorio nonchè , in collaborazione con i Volontari di SOS Sesto , il confezionamento di oltre 500 sacchi di sabbia. 

Riportiamo qui di seguito i ringraziamenti del Sindaco della Città di Sesto San Giovanni, Monica Chittò: 

"Ringrazio di cuore tutti i volontari, i dipendenti comunali e gli operatori che hanno prestato servizio in questi due giorni perché hanno consentito che un evento eccezionale che tanti problemi ha causato in Lombardia non provocasse danni gravi, limitando i disagi. Ringrazio l'Assessore Alessandro Piano che ha gestito la struttura con professionalità ed efficienza, la Polizia Locale e il suo Comandante per la competenza e la celerità degli interventi effettuati, gli operatori di tutte le forze dell'ordine cittadine con i quali la collaborazione è stata continua ed efficace e infine, ma non per ultimi, tutti i volontari che hanno passato due giorni e due notti sotto l'acqua per permettere alla città di continuare a funzionare con meno disagi possibile. Il loro lavoro è stato prezioso ed apprezzato".

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedInShare on Google+