Sabato 30 gennaio un’unica grande tavolata collegherà, idealmente, 24 piazze italiane nelle quali si svolgerà Il “Pasto della solidarietà”, una cena solidale in cui volontari della Croce Rossa Italiana e persone senza dimora condivideranno la cena. Un momento conviviale che rappresenta la naturale appendice dell’impegno quotidiano svolto dalle unità di strada di tutta Italia.

A Milano l’appuntamento è in Piazza Cannone alle 20. L’evento è organizzato in collaborazione fra  Croce Rossa Italiana e Comune di Milano e sarà sostenuto da Land Rover che da anni, con il progetto "Le Strade della Solidarietà", sostiene le attività della Croce Rossa a favore dei senza dimora.

Condividere la cena con gli invisibili della società è un modo per puntare l’attenzione su un problema sociale molto vasto che coinvolge un numero molto grande di persone e, purtroppo, in crescente aumento.

Da un’indagine condotta su 63 Comitati della Croce Rossa Italiana si contano 1600 le persone senza dimora (di cui circa 300 assistiti a Milano), per un totale di 163mila interventi all’anno (20mila a Milano)

Il supporto delle unità di strada è fondamentale non solo perché pronte a distribuire coperte, beni di prima necessità e cibo ma anche per offrire un supporto infermieristico, psicologico e morale a chi ha fatto della strada la propria dimora.

Il Pasto della solidarietà rappresenta, per la provincia di Milano, anche l’occasione per celebrare i 15 anni di attività delle Unità di Strada per cui il Comitato di Sesto San Giovanni, insieme ad altri della provincia, è stato pionere.

Le città che aderiscono all’iniziativa “Il Pasto della Solidarietà” sono: Asti, Bari, Benevento, Cagliari, Caltanissetta, Caserta, Catania, Cremona, Firenze, Formia, La Spezia, Latina, Lecce, Lucca, Milano, Monza, Napoli, Padova, Palermo, Pescara, Roma, Taurianova, Torino, Vigevano.

Dobbiamo trovare qualcuno con cui mangiare e bere prima di cercare qualcosa da mangiare e da bere, perché mangiare da solo significa fare la vita di un leone o di un lupo.” (Epicuro)

 

 

 

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedInShare on Google+